INTRAPRENDO è l’iniziativa di Regione Lombardia e Finlombarda S.p.A. per favorire e stimolare l’imprenditorialità lombarda, mediante l’avvio e il sostegno di nuove iniziative imprenditoriali e di autoimpiego, con particolare attenzione alle iniziative intraprese da under 35 anni o da over 50 anni senza lavoro o da imprese caratterizzate da elevata innovatività e contenuto tecnologico.

La misura si rivolge alle MPMI lombarde iscritte e attive nel Registro delle imprese da non più di 24 mesi, ai liberi professionisti in attività da non più di 24 mesi, che esercitino prevalentemente in Lombardia, agli “aspiranti imprenditori”, che entro 90 giorni dalla data del decreto di assegnazione, iscrivano una MPMI nel Registro delle Imprese di una delle Camere di Commercio della Lombardia e agli “aspiranti liberi professionisti” che entro 90 giorni dalla data del decreto di assegnazione aprano la Partita IVA.

INTRAPRENDO finanzia progetti di avvio e/o sviluppo di MPMI e progetti di avvio e/o sviluppo di attività di lavoro libero-professionale (in forma singola) che abbiano ricevuto uno o più endorsement, rilasciato da parte di soggetti istituzionali o riconosciuti (associazioni di categoria, camere di commercio, incubatori pubblici o privati certificati, banche o intermediari finanziari, ecc) o da parte di soggetti privati (clienti o fornitori attuali o potenziali).

I progetti devono avere la durata massima di 18 mesi e devono comportare spese totali ammissibili per almeno 41mila 700 euro.

L’intervento copre una quota variabile dal 60% al 65% della spesa complessiva ammissibile (in caso di progetti presentati da under 35 anni o da over 50 anni senza lavoro o coerenti con la S3), da un minimo di € 25.000 fino ad un massimo di € 65.000 per soggetto beneficiario e si compone di due elementi: 90% finanziamento agevolato a tasso 0% di durata compresa fra 3 e 7 anni e 10% di contributo a fondo perduto.

Sono ammissibili le spese sostenute a partire dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda per investimenti riconducibili all’impresa neocostituita e funzionali all’avvio delle attività imprenditoriali.

Le voci di spesa devono riguardare ambiti quali: nuovo personale, acquisto di beni strumentali o immateriali, licenze di software, servizi di consulenza o equivalenti, affitto dei locali, acquisto di scorte e spese generali.

 

Il bando viene attuato tramite procedimento valutativo a sportello in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande ed è stato riaperto il 4 Ottobre 2017 dopo temporanea chiusura. Rimarrà aperto, sino ad esaurimento delle risorse fino a tutto dicembre 2020.